LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 18 febbraio 2013

Micro serre per bambini con materiale riciclato # Gaie nell'Orto


Ed eccoci qua a salutare i primi raggi di sole ed a sperare una nuova primavera.
Quest'anno siamo più che mai decise a fare un bell'orto ed a piantare fiori ed alberi da frutto in questi 4.500 mq ora vuoti e un po' abbandonati a se stessi.

La nostra idea è quella di riempire e colorare questo spazio il più possibile, portando una nuova energia di rinascita e crescita.

E così siamo partite, io e Siria, e abbiamo piantato i primi semi.
Avevo comprato alcuni semi di fiori adatti alla semina in questo periodo (gennaio e febbraio) seppur, come scritto dietro alla busta, in un ambiente protetto e riscaldato: una serra, in pratica.

Avevo pensato di acquistare una serra per bambini ma, poi, sono andata a far la spesa e, guardandomi intorno tra gli scaffali, mi sono accorta che molte confezioni erano adatte al nostro scopo.
E, così, ho scelto alcuni prodotti che avevano una confezione che fosse congeniale.
I requisiti erano:
- trasparente (in modo da far entrare il sole)
- apribile (per poter annaffiare o arieggiare)
- diviso in scomparti (per non dover troppo ammattire nella fase di trapianto)

La mia scelta privilegiata è andata a favore di alcune confezioni di mele e di uova.

Ecco l'occorrente per costruire, a casa vostra, delle bellissime micro serre per bambini:






































Una volta trovato tutto l'occorrente (facilmente reperibile in un qualsiasi supermercato) è necessario traforare i vostri contenitori: io ho utilizzato un chiodo. Facendo pressione sulla base delle confezioni, è indispensabile creare alcuni buchi per permettere all'acqua in eccesso di uscire.

Fatto questo, non vi rimane che riempire i contenitori con la terra: i bambini adorano fare questo lavoro. Inizialmente, Siria ha lavorato la terra con le mani, facendo attenzione a frantumare eventuali grumi. Dopo ha voluto usare la paletta, un ottimo esercizio per allenare il coordinamento della mano, dosando il contenuto e misurando la vicinanza o meno dal contenitore.


Una volta riempiti i vasetti con la terra, è il momento di seminare: consiglio di verificare la grandezza dei semi e non mettere più di due o tre semini in ogni contenitore. Generalmente i semi piccolissimi non devono essere ricoperti mentre i grandi sì ma, solo,  con un piccolo strato di terreno. Comunque dietro ogni confezione di semi ci sono le indicazioni adatte. Noi abbiamo piantato la calendula e la bella di giorno: entrambe con semi piuttosto grandi.


ogni seme racchiude in sè la promessa di migliaia di foreste....
Deepak Chopra

Pensate a quanto è importante seminare e a quanti significati racchiude in sè: tutto ciò che nascerà deve essere prima seminato... un bambino, un'idea, un albero, un fiore... insomma, per fare tutto ci vuole un seme...
Sono convinta che sia molto importante educare i bambini al processo della vita, farli compartecipare alla nascita che, a sua volta, implica cura e dedizione. Un allenamento alla vita di per sè: del resto la natura è una grande maestra e il solo osservarla e interagire con lei ci insegna a vivere: ad attendere, a sperare, a perseverare, a crescere, a nutrire.....




I nostri semi, adesso, sono pronti per ricevere le nostre cure: acqua, sole e qualche accorgimento:

L'acqua preferisco darla con uno spruzzino in modo da non sovraccaricare troppo il seme e per rievocare il più possibile la pioggia. 
Lo spruzzino con l'acqua, lo riempio un po' prima e lo metto al sole in modo da non dare acqua troppo fredda ma temperatura ambiente.
Quando c'è molto sole, apro i contenitori.
Ogni giorno, io e Siria controlliamo la crescita ma è ancora troppo presto (occorrono circa 10-15 giorni) per vedere spuntare la piantina.


Quando le piantine saranno grandi abbastanza, sarà nostra cura trasferirle in un vaso più grande o nella terra e, con le nostre serre già divise in piccoli scompartimenti, sarà facilissimo.

Così come la primavera, anche io e Siria, ieri, ci siamo sentite piene di vita e pronte ad accogliere sole e pioggia.... buon lavoro a tutti coloro che vorranno venir nell'orto insieme a noi...












4 commenti:

Anche io quest'anno orto sul balcone, tra qualche giorno semino le prime verdurine.
Siria è bravissima! :)

Si sente già il profumo di primavera. Bell'idea!Noi per quest'anno non piantiamo :'( in attesa del trasloco e del nostro orto.

Che bello! qui da noi la primavera è ben lungi dal venire, con 3 giorni di neve ininterrotti... e comunque, anche quando arriva, NON CI SI ACCORGE NEMMENO! ahahah, povera Milano!!

Però volevo aggiungere che l'idea del semenzaio mi piace assai. Per il terrazzo va stra-bene, e potrei un giorno piantarci il basilico!!!

Posta un commento

Facebook Twitter Feeds