LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

martedì 4 dicembre 2012

Martedì filosofico/5

Poeticando sotto la pioggia, con la mia autostima a palla (senza motivo... oltretutto), nel mio quinto martedì filosofico mi voglio auto-citare... hi-hi-hi-hi!!!

Eccovi qua, in anteprima nazionale, un piccolo estratto della mia storia "il semino che diventò minestra".

Il semino piccino piccino piccio, diventato un germoglio piccino piccino picciò e poi un fiorellino piccino piccino piccio si guardava intorno e diceva:"Io, un giorno sarò una verdura e grande e grossa e buona!" ma un'ape che passava di là sentì queste parole e gli disse: Mio caro, tu non sei una verdura, tu sei un fiore!". Un fiore? e a cosa servono i fiori? sono buoni da mangiare? ci si può fare una minestra? 

Il fiorellino piangeva e piangeva: non riusciva proprio ad accettare di essere un fiore, lui voleva essere una verdura grande e grossa, con cui poter fare una minestra...

Un bruco che passava dal suo vaso, sentì il fiore piangere e, alzando lo sguardo verso di lui, disse:"Caro, non c'è motivo per cui tu pianga: tu sei una patata e il tuo cuore sta sotto terra!"

E, così, il semino piccino piccino piccio, diventato una piantina piccina piccina piccio e, poi, un fiorellino, fu felice di scoprire che, in realtà era una patata...




dedicato a tutti i fiori che sono andati alla ricerca del proprio cuore...
oppure, dedicato a tutti i fiori che in realtà son patate... come me!!!

2 commenti:

Posta un commento

Facebook Twitter Feeds