LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

lunedì 31 dicembre 2012

2013


Vi auguro un anno di passione, viaggi, colori, emozioni, 
un anno di tranquillità e di letture raffinate,
un anno di sogni realizzati o sogni nuovi tutti da scartare.
Un anno in allegria, col cuore contento e risate bambine.
Un anno d'amore, di nuove strade 
o, se preferite, di percorrere sempre la stessa strada ma con occhi diversi e attenti.
Vi auguro tanto bene come, semplicemente, dice mia nonna: 
che possiate svegliarvi stanche ma col sorriso nella pancia 
e possiate sentire due germogli di ali alle vostre spalle 
così che avrete la certezza che il volo non è impossibile ma che è soltanto una scelta...

dobbiamo avere il coraggio di essere felici...

Buon 2013 a tutte quelle donne che mi hanno accompagnato in questi ultimi mesi: Robin, Verdeacqua, Leucosia, La Solita, Mamma Piki, piccola mamma, Federicasole, La Ninin, Marina, Rachele, Noi e il capo, Alessandra e a tutte le withine....
grazie di cuore e buon  anno!





la foto qui sopra è una creatura di Susanita


domenica 30 dicembre 2012

la fine dell'anno

non è una novità che scriva che son proprio contenta che finisca questo 2012...
ho passato gli ultimi giorni senza internet (e sono ancora disconnessa se non fosse per il mio gentilissimo vicino) quindi scusatemi se non sono stata presente.
La sconnessione è entrata, a pieno titolo, nella mia vita degli ultimi giorni facendomi sconnettere con il resto del mondo e concedendomi solo la beltà di curiosare di nascosto da qualche piccola fessura: una sorta di ritiro spirituale imposto ma, comunque, ben voluto.
In quest giorni ho dormito tanto e sognato tanto come se la mia anima avesse bisogno di vomitare un po' di fatti accaduti.
Ora mi sento liberata e ringiovanita, piena di speranze e buoni propositi.
Il primo buon proposito è tornare a me stessa: basta questa vita da casalinga insoddisfatta, domani corro a Firenze ad un super-mega concerto con il mio amore.... un mio pensiero giovanile e filosofico che andavo scrivendo sui miei diari di adolescente profonda era: la più grande evoluzione è involvere!
Lasciamo perdere la frasina d'effetto che tanto piaceva a quella Elena sgangherata... però stasera la penso proprio così e penso anche: dove è finita quella me piena d'entusiasmo e voglia di saltare?! dove è finita quella me che non sentiva mai la fatica e vedeva solo bellezza?! dove è finita quella me ubriaca di ottimismo?!
Siccome penso proprio che quella me, nonostante tutto, sia sopravvissuta: adesso è arrivato il tempo di liberarla nuovamente!!!
E allora eccomi qua a chiudere questo anno pieno di aspettativa e di sogni, piena di voglia di fare e rinnovata...
sarà il male di ritrovare una me stessa sgangherata e un po' fuori di testa ma del resto io sono questa e non c'è niente di più che voglio da questo nuovo anno che non corrermi incontro e abbracciarmi.
Ecco la lista dei miei buoni propositi:
1. continuare a scrivere questo blog
2. autostima a gogò: prescritta da me stessa ogni santa mattina che aprirò gli occhi, il dosaggio deve essere alto (alla faccia di tutti quelli che mi hanno imposto di essere brutta)
3. trucco e parrucco: abiti nuovi e nuovo taglio di capelli....
4. più cucina e meno microonde: perché il microonde non è proprio da me!!!
5. continuare a passeggiare: perché il rassodamento che ho raggiunto in questi ultimi tempi sennò si affloscia e perché mi piace tanto..
6. nuovi curriculum da mandare e nuove professionalità da acquisire: serve un lavoro subito!!! e va bene uno qualsiasi per ora: il sogno ha ancora bisogno di essere impastato per qualche mese!
7. rimettere in moto la mia macchina (ferma da 6 mesi!): una bellissima metafora che è pura realtà
8. meno casa e più gente: e con questo ho detto tanto a come si era ridotta la mia vita ultimamente.
9. più amore e meno rancore...
10. ed, infine, più tempo di qualità per Siria (che se ne fa lei di una mamma annoiata?): tanti giochi e tanta bellezza!!!

nel 2013 inseguirò me stessa...

questa foto è una creatura di susanita


mercoledì 19 dicembre 2012

La recita di Natale...

Stamani c'è stata la recita di Natale della scuola di Siria. Ero già preoccupata per questo avvenimento perché, generalmente, Siria va un po' in crisi in queste situazioni: troppo caos, troppa gente, troppa confusione per lei e per il suo carattere.
Tra le altre cose, le insegnanti mi avevano chiesto di leggere una filastrocca per aprire "l'evento".
E' andata così: io ero in alto, con le altre mamme lettrici, l'ho vista arrivare ed era tranquilla. Si è seduta con gli altri, ha abbracciato una compagna che era stata malata e si guardava intorno incuriosita.
Poi, ho iniziato a leggere: lei si è alzata in piedi e ha iniziato a gridare:"Mamma! E' la mia mamma!"
e lì è iniziata la crisi: pianti disperati e "voglio andare dalla mia mamma!".
Sono dovuta scendere e mettermi con lei tra i bimbi.
Ma perché fa così?
Era l'unica che piangeva...
Ci rimango così male: mi dispiace per lei, tanto.
Le maestre non la riconoscevano e, vedendomi un po' scossa, mi hanno tranquillizzato... ma io lo sapevo già che lei avrebbe fatto così: quando mi vede cambia faccia e diventa tutta mammosa e irrequieta.

Urgono parole di conforto... mamme! e consigli... sono un po' abbattuta!

lunedì 17 dicembre 2012

Come è fatta una impronta di renna

ok, piccole blogger crescono.... e lo fanno con stupore e curiosità! Lo stupore di non capire come mai le visite stanno aumentando in maniera esponenziale e lo stupore nel capire che alcuni articoli sono finiti (chissà come) come il meglio del web della settimana in Pianeta Donna e Liquida. E con il traffico crescente arriva, anche, il timore e la timidezza: "oh mio Dio, ma allora c'è gente che legge!! oh mio Dio, ma allora devo fare attenzione a quello che scrivo! oh mio Dio, perché non ho scelto uno pseudonimo invece del mio nome vero!!???" Più o meno è questo che mi frulla nella testa... e siccome i pensieri viaggiano velocissimi inizio a pensare che la mia libertà di parola ed espressione non sia così illimitata: e se qualcuno di quelli di cui ho parlato con la lingua un po' avvelenata si riconosce nella descrizione???!!! o mammina!!!
Ma, poi, mi dico anche: e chi se ne frega! Io sono io: dismesse le maschere della buona e brava mi accingo solo ad essere quella che sono scoprendo, tra l'altro, che gran parte delle visite sono arrivate da google digitando la seguente farse: come è fatta una impronta di renna. E, quindi, chi sono io per il web? Babbo Natale??!!!

immagine presa dal web
e voi: chi siete sul web? cosa digitano i vostri visitatori per arrivare sul vostro blog?
sono curiosa...

sabato 15 dicembre 2012

Io e il mio blog: pensieri ad alta voce di fine anno...

Questo 2012 è stato un anno da dimenticare: un anno di profonda pulizia interiore che, naturalmente, è diventata anche una pulizia esteriore.
Un 2012 di amicizie finite, di lavori deludenti, di porte chiuse e nuove speranze.
Un anno che vorrei dimenticare, che vorrei cancellare dalla mia vita, che vorrei chiudere oggi (piuttosto che aspettare, ancora, una quindicina di giorni).
E' stato un anno che mi ha messo alle strette, che mi ha aperto gli occhi su ciò che non volevo vedere, che mi ha fatto scontrare con le mie paure, che mi ha fatto arrivare ad oggi più forte ma, anche, più disillusa. Nelle difficoltà e nella tristezza, è nata una sensazione nuova: la voglia di condividere la mia quotidianità, il mio essere mamma, le mie paure, le mie difficoltà ed, anche, le mie gioie e i miei traguardi.
Sola a casa, senza macchina e con pochi soldi, ho usato l'unico strumento che avevo a disposizione: il computer e la connessione ad internet. E, così, sono entrata qui: ho aperto il mio blog, ho conosciuto altre donne come me, ho provato gusto nel condividere e nel conoscere.

Caro blog, in questo anno di smarrimenti tu sei stato un punto d'appoggio, un luogo di scontro e incontro, una possibilità lavorativa, un amico che con occhio fraterno mi hai sostenuto e sorretto, sei stato un mondo che si è aperto ai miei occhi. Come ho fatto a non vederti prima? Chi lo sapeva che dietro questo schermo freddo ci saresti stato tu? Non potevo certo immaginare che, con te si sarebbe aperto un mondo di amiche e di donne pronte a gioire con me dei miei successi o a dare una pacca sulla spalla, un consiglio, una critica (sana e costruttiva).

Tu sei il mio blog, il mio diario, sei me: nient'altro che me stessa che si riflette e si confronta.
E allora, riparto:


Cara Elena, è stata dura quest'anno, ci sono state tante sconfitte e tante delusioni ma tu ci sei ancora, sei ancora qui che speri, provi, tenti perché, in fondo, tu lo sai che arriverà anche per te. Cara Elena, questo mondo è bello e tu lo sai. Cara Elena, questo mondo è tuo: molla i pesi, lascia andare tutte le tue paure, dì al passato che è passato, fatti carico delle gioie e provaci ancora. Questa volta andrà bene... ne sono sicura!


questa foto è una creazione di Susanita




Questo post partecipa alla Staffetta di Blog in Blog

Questo mese il tema della Staffetta era: Io e il mio blog: riflessioni di fine anno...
se vuoi leggere anche gli altri contributi, viaggia tra i seguenti blog: 

01) Mamma & Donna www.mammaedonna.info
02) Casa Organizzata www.4blog.info/casaorganizzata
03) Alessia scrap & craft www.4blog.info/school
04) Samanta Giambarresi www.samantagiambarresi.wordpress.com
05) Io mi piaccio, autostima e immagine corporea http://iomipiaccio.blogspot.com
06) Mammacapra http://mammacapra.blogspot.it/
07) fiori e vecchie pezze http://fiorievecchiepezze.wordpress.com
08) Idea Mamma www.ideamamma.it
09) La Magia del Vento http://occhidimarzo.blogspot.it di Lena
10) Arianna Buzziolo http://www.conlemaninelsacher.blogspot.it/
11) Una Mamma nel Web http://unamammanelweb.blogspot.it/
12) Ilmiosuperpapà http://ilmiosuperpapa.blogspot.it/
13) Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/search/label/staffetta%20blog
14) Il Pampano http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
15) Mammerri www.mammerri.com
16) Cristina http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/search/label/Staffetta%20di%20blog%20in%20blog
17) What Woman About It http://quellocheunadonnadice.blogspot.it/
18) Vivere a piedi nudi http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
19) Parola di Laura http://www.paroladilaura.blogspot.it/
20) simona elle - http://www.simonaelle.com/search/label/Staffetta%20tra%20blog
21) Diario magica avventura: http://lamiadolcebambina.blogspot.it/search/label/staffetta%20di%20blog%20in%20blog
22) Viaggi e Baci: http://viaggiebaci.wordpress.com
23) Sanzio e Monica Tosi http://monicc.wordpress.com/
24) La casa sulla scogliera http://www.lacasasullascogliera.blogspot.it
25) Pattibum http://pattibum.wordpress.com
26) Monica Andri - Iotestopositivo http://iotestopositivo.blogspot.it/
27) Passe-partout http://partoutml.blogspot.it/search?q=staffetta
28) Vita da Stre...mamma (Essenza Burrosa) http://curvymommystyle.wordpress.com
29) mamma studia! http://www.mammastudia.blogspot.it/search/label/staffettadibloginblog
30) malanotteno! http://www.malanotteno.blogspot.it
31) bimbiuniverse http://bimbiuniverse.blogspot.it
32) The Family Company - http://familyco.wordpress.com/
33) Oliveemiele - www.oliveemiele.wordpress.com
34)Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.com
35)Before&After www.beforeandafterhs.blogspot.it
36)Bloc-Notes Ostuni http://www.ostunimagazine.com/
37) Curvy World by Angie Found http://curvyworldangie.blogspot.com.es/
38) Crescere due gemelli http://crescereduegemelli-debora.blogspot.it
39) Bodò. Mamme con il jolly http://www.bbodo.it/tag/di-blog-in-blog/
40) Verdeacqua http://ahsonounamamma.blogspot.it/
41) Home sweet home www.homesweethome00.blogspot.com
42) Il sapore del sole www.ilsaporedelsole.blogspot.it
43) dispariepari http://www.dispariepari.it/
44) Emotions mamy http://www.emotionsmamy.blogspot.com
45) La Diva delle Curve http://www.divadellecurve.com
46) MAMMACHECASA! http://mammachecasa.blogspot.co.uk/search/label/Staffetta%20Di%20blog%20in%20blog
47) MammeMatte http://www.mammematte.org/search/label/dibloginblog
48) SQUEAKY SQUARE http://squeakysquares.blogspot.it/
49) I Viaggi dei Rospi http://www.iviaggideirospi.com/search/label/Staffetta%20di%20Blog%20in%20Blog
50) Mammamanager http://mammamanager.altervista.org/
51) Palmy http://laproffa.blogspot.com/
52) Gaia http://gaia-racconta.blogspot.it/
53) Francesca www.francescalancisi.blogspot.com


venerdì 14 dicembre 2012

Vellutata di piselli

Non è che sia una cuoca ma ho passione per la cucina e, tempo fa, ho anche dato vita ad un catering bio-equo-socio-solidale con prodotti biologici, a km 0 oppure del commercio equo e solidale.
Ho lavorato, per un pochino, dentro il catering e nelle cucine di un agriturismo e mi sono divertita un sacco a pasticciare. Adesso, uso solo la mia cucina ma con grande passione (anche se il mio compagno preferirebbe bistecche tutte le sere...).
Siria non ama la pastasciutta (ma come???!!!), ebbene sì: non la mangia, la rifiuta, non la vuole; e, così, tutte le sere, mi ritrovo ad inventarmi una ricetta nuova e visto che, a pranzo (a scuola), fa un pasto completo dove ci sono, sempre, proteine animali la sera ripiego su una minestra di verdure o legumi.

L'altra sera ho sperimentato una ricetta nuova: la vellutata di piselli. E devo dire che è venuta buonissima: provare per credere!!!

Ingredienti:
- 500 gr di piselli surgelati
- 4 patate gradi
- mezza cipolla bianca (ma andrebbe benissimo anche la rossa)
- 1 spicchio di aglio
- olio evo
- sale

per condimento: mousse di formaggi (ovvero tutto quello che vi avanza nel frigo, lo frullate insieme ad un pochino di latte)

Ricetta:
Soffriggete aglio e cipolla in una capiente casseruola. Nel frattempo, sbucciate le patate e tagliatele a dadini.
Buttate nel soffritto i piselli e le patate e aggiungete un pochino di acqua.
Lasciate andare per una mezzoretta, poi frullate tutto con un frullatore ad immersione: aggiungete il sale.

Adagiate in un piatto e sistemate la mousse di formaggi al centro: con il calore della minestra si struggerà.... una delizia pura!!!

Da fare anche per stupire gli amici: ricetta economica ma di grande effetto nonché piuttosto equilibrata e completa!!!



mercoledì 12 dicembre 2012

Bigliettini di Natale fai da te

Per questo Natale all'insegna della creatività e del fai da te, ho deciso di realizzare i bigliettini di Natale in casa. Per me, un lavoro abbastanza paradossale visto che il mio compagno è un grafico e ha a disposizione una tipografia per stampare a gratis. Ma mi son detta:"Saranno bellissimi, li farò con la mia bimbetta!" 
Ho acquistato e racimolato il materiale occorrente....


avevo un'idea ben precisa in mente: sfruttare le possibilità artistiche di una bimba di tre anni!
Ho navigato sulla rete e ho rubato consigli e idee. Eccovi una carrellata di quello che avevo in mente:
la musa ispiratrice è stata La pappa dolce, un blog che contiene veramente tante idee preziosissime! Ognuno di questi lavori è stato raccolto all'esterno di questo blog ma vi riporto la fonte:



biglietti natalizi decorati con ghirlande e alberi di Natale realizzati con le impronte delle dita di http://handsonaswegrow.com/



biglietti natalizi decorati con angeli realizzati a collage con le ali ottenute con le impronte delle mani, tutorial di http://rubsomedirtblog.com/



Una famiglia di pupazzi di neve sull’impronta della mano; di http://funhandprintart.blogspot.it/


biglietto natalizio con una bella famiglia di renne realizzate con le impronte dei polpastrelli, di http://www.meetthedubiens.com/


biglietto natalizio decorato con le lucette di Natale realizzate con le impronte dei polpastrelli di http://www.meetthedubiens.com/

Quindi, l'idea c'era, il materiale anche ma....


Alla fine ne sono usciti fuori un paio di bigliettini: carini, vero, ma non era esattamente l'idea che mi ero fatta di questo pomeriggio di creatività... Eccovi il risultato:


Riflessione sull'esperienza: mai farsi troppe aspettative se hai un bambino di tre anni!












martedì 11 dicembre 2012

Storie di mamme che credono nei propri bimbi

E stamani la conferma che tutto ciò che ho fatto, che tutto ciò in cui ho creduto sta dando i suoi frutti...
eccheccavolo!!!!

Questa mattina, a causa del freddo, Siria ha perso il pulmino così l'ho accompagnata a scuola: sono entrata e ho incontrato la sua maestra.
Ho parlato con lei e mentre lei parlava ho sentito un nodo che si scioglieva: è una bimba serena, felice di andare a scuola, molto collaborativa, curiosa di tutto ciò che viene proposto, in prima linea su ogni attività, fantasiosa ed educata. Ma chi? Mia figlia?

e con gli altri bambini come va? E' molto ricercata dai bimbi, è coinvolgente: gli episodi di pizzichi e spinte non si sono più verificati.... si vede che è una bimba che è stata stimolata nel modo giusto, è molto autonoma e felice!

Queste le parole della maestra, queste le parole che mi hanno sciolto il cuore: un cuore indurito da critiche e commenti poco felici, un cuore che ha voluto vedere al di là degli occhi degli altri e proseguire su una strada educativa poco condivisa: quella della libertà!

La cosa più bella che mi ha detto è che Siria è una bimba felice!!! Chisenefreaga di tutto il resto: basta questo... lei è felice e questo si vede!

Sono al settimo cielo!





giovedì 6 dicembre 2012

Mamme perfette di bambini perfetti

Dopo il post dell'altro giorno (Bambini che mordono) e dopo i vostri commenti, ho proprio voglia di scrivere questo post qua, intitolato per l'occasione:  mamme perfette di bambini perfetti. Chissà potrebbe, anche, diventare una rubrica, vediamo....
Le critiche delle mamme perfette di bimbi perfetti mosse a me, mamma imperfetta di bimba imperfetta, sono state numerose... eccovi una carrellata di quello che mi sono sentita dire:

- "io ho scelto di non lavorare per seguire mio figlio in tutte le fasi del suo sviluppo!"
spesso, cara mamma perfetta di bambino perfetto, non si ha scelta... se vogliamo che nostro figlio mangi!!!
- "mio figlio ha avuto un periodo in cui picchiava ma io sono riuscita ad intervenire nella maniera giusta!"
cara mamma perfetta di bambino perfetto dimmelo... dai dimmelo il segreto del tuo successo!!! fosse così facile!!!
- "non so cosa consigliarti: non ho mai avuto questo problema!"
cara mamma perfetta di bambino perfetto, non ti sei resa conto che tuo figlio perfetto ha quasi ucciso la mia bambina imperfetta soffocandola con un cuscino? oltre al fatto che non ti stavo chiedendo un consiglio... mi stavo solo confidando!
- "certo che è proprio capricciosa!"
cara mamma perfetta di bambino perfetto, ma guarda il tuo: simpatico come un decespugliatore sotto la finestra di camera alle 5 di mattina!!!!
- "secondo me, la stai viziando!"
cara mamma perfetta di bambino perfetto, ma che c....o te ne frega???!!! qualcuno ha chiesto il tuo parere?
- "il mio bambino non ha mai fatto così!"
cara mamma perfetta di bambino perfetto, che vuoi che ti dica: beata te!!! che c'hai il bambino perfetto!!!!
- "il mio bambino ad un anno parlava già, faceva delle frasine compiute!"
cara mamma perfetta di bambino perfetto... quelle si chiamano lallazioni: se il tuo bambino ad un anno di età diceva:"nonooooannaarhmodbjkjabhjfgmji!!!" e tu lo interpretavo come:"sai cara mamma, ho proprio sonno, vorrei coricarmi nel mio dolce giaciglio." non è che tuo figlio perfetto parlava, sei tu che hai un'immaginazione incredibile!!!

Adesso è il vostro turno, donne, sparate... lo so che ce l'avete sulla punta della lingua: forza!!!
si sta benissimo dopo!!!!





mercoledì 5 dicembre 2012

Detersivo per piatti home made


E' tanto tempo che non scrivo la mia rubrica "Mamme Eco-sostenibili" ed eccomi qua con una nuova ricettina (veramente stupenda) copiata dalla mia amica e vicina di casa Chiara di natura... andate a trovarla e scoprirete tantissime ricette stupende come questa!!!

La ricetta di cui vi parlo oggi è quella per preparare un profumatissimo detersivo per lavastoviglie che io uso, anche, come detersivo per piatti o per mani.




Ingredienti:
- 3 limoni
- 400 ml di acqua distillata
- 200 gr di sale
- 100 ml di aceto di vino bianco

Prendete i limoni e tagliateli a pezzettini, facendo attenzione ad eliminare i semi che contribuirebbero ad intasare la lavastoviglie. Mettete i limoni a pezzetti (con buccia, mi raccomando) in un contenitore con il sale e una parte dell'acqua: tritate tutto.

Una volta tritato: mettete il composto in una capiente casseruola, aggiungendo la rimanente acqua e l'aceto.Mettete sul fuoco, portate ad ebollizione, fate bollire per 15 minuti e frullate con frullatore ad immersione in modo da rendere la pasta liscia e senza grumi.

Il vostro detersivo "Mirella" è ora pronto per l'uso: mettete in un barattolo di vetro e riponete in frigo.

Per la lavastoviglie bastano 2 cucchiai da minestra.

Dimenticavo: durante la preparazione, la vostra cucina si inebrierà di profumi di limone... un'estasi di estate (che con i primi freddi, è sempre piacevole!!!)

martedì 4 dicembre 2012

Martedì filosofico/5

Poeticando sotto la pioggia, con la mia autostima a palla (senza motivo... oltretutto), nel mio quinto martedì filosofico mi voglio auto-citare... hi-hi-hi-hi!!!

Eccovi qua, in anteprima nazionale, un piccolo estratto della mia storia "il semino che diventò minestra".

Il semino piccino piccino piccio, diventato un germoglio piccino piccino picciò e poi un fiorellino piccino piccino piccio si guardava intorno e diceva:"Io, un giorno sarò una verdura e grande e grossa e buona!" ma un'ape che passava di là sentì queste parole e gli disse: Mio caro, tu non sei una verdura, tu sei un fiore!". Un fiore? e a cosa servono i fiori? sono buoni da mangiare? ci si può fare una minestra? 

Il fiorellino piangeva e piangeva: non riusciva proprio ad accettare di essere un fiore, lui voleva essere una verdura grande e grossa, con cui poter fare una minestra...

Un bruco che passava dal suo vaso, sentì il fiore piangere e, alzando lo sguardo verso di lui, disse:"Caro, non c'è motivo per cui tu pianga: tu sei una patata e il tuo cuore sta sotto terra!"

E, così, il semino piccino piccino piccio, diventato una piantina piccina piccina piccio e, poi, un fiorellino, fu felice di scoprire che, in realtà era una patata...




dedicato a tutti i fiori che sono andati alla ricerca del proprio cuore...
oppure, dedicato a tutti i fiori che in realtà son patate... come me!!!

lunedì 3 dicembre 2012

E se la vita non fosse poi così male...

Mi alzo la mattina, caffè, bimba, pulmino...
passeggiata di 4/5 kg a passo svelto con i miei cani, in cui medito e penso: liberamente!!!
Sole e freddo: colori che sembrano di un altro mondo.

Scrivo un post sul blog, qualche mail per il mio futuro lavoro, qualche storia che troverà pubblicazione (chissà... io ci spero), aggiorno la pagina facebook e ciaccio un po' con qualche amica.

Mangio, sistemo casa, ascolto musica e vado a prendere la pupina al pulmino ( a piedi...): ci fermiamo dal cavallo che troviamo sulla strada... due carote e una salita sull'albero di fichi ormai spoglio.

Torniamo a casa, forse passa qualche amica con prole: se fosse così, chiacchere e bimbi che giocano nella stanza accanto.

Torna il babbo, cucino, chiacchere della giornata e organizzazione di una qualche uscita, ci litighiamo su chi va a mettere a letto la bimba ma, alla fine, vince sempre lui.

Ci ritroviamo in camera da letto con un appuntamento che ormai è routine: film bello, coccole e sogni.
Ci addormentiamo o continuiamo a coccolarci...

E se la vita semplice non fosse poi così male...




io ci sto prendendo gusto!!!

Facebook Twitter Feeds