LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

venerdì 12 ottobre 2012

venire al mondo e dare la luce


Questo è il libro che mi ha accompagnato durante la gravidanza, fino in sala parto.
Vi dico solo che ero in ospedale già da un giorno ma il parto non voleva procedere: ferma ad 1 cm di dilatazione da 24 ore con poche contrazioni indolore.
Aspettavo e leggevo.
Poi lessi questa frase: per fare in modo che il parto inizi è necessario che la mamma saluti il suo bambino immaginario e decida di accogliere il suo bambino reale.
Letto questo, contrazione fortissima, rotte le acque, 5 spinte e Siria era fuori...

Per me è stato magico, un libro che non consiglio ad occhi chiusi a tutte ma un libro che è stato il mio miglior compagno di viaggio. Scritto da un'ostetrica con molta esperienza, non è il solito libro, tocca temi indelicati (come la morte in utero) con una tenerezza abissale... il sottotitolo è: percorsi di vita attraverso la nascita. Un accompagnamento alla consapevolezza nei nove mesi di gravidanza e dei primi mesi di vita del bambino...

Ho poche parole su questo libro: tante emozioni e poche parole...


Questo post partecipa a Venerdì del Libro di HomeMadeMamma




4 commenti:

Me lo segno, mi hai convinta.

oddio...che coraggio hai avuto a leggerlo in gravidanza...nel senso che io a leggere di morte in utero...mi sarei sentita male...
invece leggerlo dopo la gravidanza può avere un senso?

Verena scrive che quando si ha a che fare con la vita, si ha a che fare anche con la morte e dobbiamo trovare il coraggio di parlarne liberamente e senza paure.
A me tranquillizzò molto: come la maggior parte di noi, leggevo segretamente storie tristissime per esorcizzare la paura di ciò che potrebbe succedere (a tutte noi) e ingoiavo senza avere la possibilità di rielaborare. Sentirne parlare liberamente da una "addetta ai lavori" mi ha molto tranquillizzato in realtà!
Questo libro lo consiglio in qualsiasi momento ma letto in gravidanza ha una portata diversa... sicuramente!!!

Me lo segno per la prossima volta, me ne ha parlato molto bene anche una cara amica e come per te, anche per lei, il parto fu un'esperienza molto positiva e naturale. Purtroppo non è stato così per me, ma spero lo sarà la prossima volta e farò di tutto perchè vada in questa direzione. :-)

Posta un commento

Facebook Twitter Feeds