LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

venerdì 7 settembre 2012

Piccoli giochi per sviluppare l'immaginario (parte 2°)

Visto che oggi è il venerdì del libro, promosso da HomeMadeMamma non potevo non dedicare questo nuovo esercizio di allenamento all'immaginario, al libro.
Come si usa un libro?
Come si legge?
Il libro, per essenza, è uno strumento meraviglioso che ci permette infinite modalità di utilizzo.
1° utilizzo del libro: la lettura
2° utilizzo del libro: l'osservazione
3° utilizzo del libro: l'interazione
4° utilizzo del libro: il gioco



Come leggere un libro ad un bambino? Non c'è una risposta, ci sono infinite modalità: l'importante è divertirsi. A me, per esempio, diverte molto fare tutte le vocine dei personaggi ma la sera, per addormentare Siria, non lo faccio mai: la sera scelgo fiabe senza immagini solo da narrare e non faccio tutte le vocine, uso un tono calmo e mono-tono... sennò non si addormenta!

Dalla lettura, si passa all'osservazione: per stimolare l'osservazione possiamo fare domande sulle immagini del libro. Siria è piccola e le domande sono molto semplici. Dov'è il gatto? Come fa il gatto? Cosa sta mangiando il gatto? Possiamo proporre anche piccoli giochi: far cercare un oggetto dando dei piccoli suggerimenti: ha il naso grande e i capelli rossi.
Saper osservare vuol dire saper guardare e poter apprezzare ciò che ci sta intorno. Siria è abituata ad osservare e la natura spesso ci offre molti doni: una formichina che prende una briciola e la porta alla sua casa, una lumaca che passeggia lentamente, un fiore. Lei si ferma ed osserva: vedo tanti bimbi che non portano attenzione, che non sanno vedere...

Dall'osservazione si passa all'interazione: come faccio a spiegarlo? provo con un esempio: se sul libro c'è disegnata una fragola, io e Siria ce la mangiamo, se sul libro c'è una torta di compleanno io e Siria cantiamo "tanti auguri", se sul libro c'è disegnato un fuoco e sbadatamente io lo sfioro, allora mi brucio e dobbiamo mettere una cremina e un cerotto immaginario. Avete capito?

E finalmente il gioco: io e Siria usiamo le immagini dei libri come se fossero oggetti reali: stiamo cucinando e manca la carota, la prendo dal libro... oppure il libro stesso è la scenografia delle nostre avventure.



L'immaginazione è come un muscolo, va allenato costantemente, e allora la fantasia sarà capace di correre e viaggiare: saper giocare è l'opportunità che abbiamo di trasformare la realtà.

Buona lettura e buon gioco

10 commenti:

Mi piace molto questo tuo manuale pratico di approcio alla letture, condivido.

Molto belle e significative le tue suggestioni!

Apprezzo molto i tuoi suggerimenti, allenare la fantasia è sempre utile, anche noi lo facciamo in modo originale, ma sai che non avevo pensato a prendere un oggetto dai libri come se fosse reale!sei grande!

Una spiegazione semplice eppure molto professionale. Leggere un libro ai bambini è come consegnargli le chiavi della fantasia e farli viaggiare con l'immaginazione. Una ricchezza.

alessandra

I tuoi suggerimento mi saranno utilissimi, grazie! E ora salvo il tuo blog nei preferiti!
Ciao ciao
Marta

grazie a tutte: siete meravigliose!!! è stata una vera sorpresa aprire il computer e trovarvi così tante!!!! grazie!!!!

Fantastici questi suggerimenti!

Ho sempre letto molto a mio figlio tanto che anche lui ora ama la lettura e regalargli un libro x me e' sempre una gioia. Ma alcuni tuoi spunti sono veramente interessanti!!!
Bellissimo post!! Complimenti
Moonlitgirl

Ho un unico problema con le vocine, quando i personaggi sono troppi faccio un gran minestrone.
Il punto 3 devo ammettere che manca nelle nostre letture.
Aggiungo una possibilità: partire dal libro per realizzare una attivitò connessa. Ad esempio io ho proposto al mio pupo un libro sui tipi di materiali: giochiamo a riconoscere di quale materiale sono fatti semplici oggetti che ci circondano.

Posta un commento

Facebook Twitter Feeds